⛔️ NON VENDIAMO CIÒ CHE NON CONSUMIAMO ⛔️

Vitamina K2-MK7

14,95€
  • Produzione di qualità europea 
  • Per la forza e la longevità delle ossa 
  • Sinergia con il multivitaminico e il collagene! 
  • La forma più assimilabile di K2-MK7
La migliore forma di vitamina K2 per ossa solide e sane Per saperne di più
  • Immunità
  • +
  • Longevità
  • Ossatura
  • Capsule
Formato
  • 60 capsule
  • 120 capsule
  • 400 capsule
  • 800 capsule
  • 1600 capsule
Data preferibile di consumo 04/2022
14,95€
Quantità
- 1 +
  • Prodotto omaggio a partire da 50€ di spesa
  • Spedizione gratuita

Descrizione

Perché assumere la vitamina K2 Nutrimuscle?

Le caratteristiche speciali della vitamina K2 Nutrimuscle

Un'importante differenza fra la vitamin K2 Nutrimuscle e gli altri produttori è che non si tratta di un generico cinese primo prezzo, ma di una vitamina K2 brevettata, quindi molto più attentamente analizzata e utilizzata in vari studi scientifici. Inoltre, è prodotta in Europa. 

Perché assumere la vitamina K2 in versione MK-7?

Ci sono diverse varianti di vitamina K2 disponibili. I vantaggi a favore della vitamina K2 MK-7 sono molteplici. Rispetto alle altre vitamine K, la K2 MK-7 ha una migliore biodisponibilità (viene assorbita molto meglio delle altre) e un'emivita più lunga, vale a dire rimane più a lungo nel corpo, avendo modo di agire per un periodo di tempo più lungo rispetto alle vitamine K2 ad azione breve, che vengono eliminate rapidamente (32 - 33 - 34).

Quali sono i benefici della vitamina K2 Nutrimuscle?

Quali sono i benefici per la salute della vitamina K2?

Diversi studi scientifici hanno evidenziato i benefici della vitamina K2, che in particolare aiuta a resistere meglio ai fattori di invecchiamento come i fenomeni infiammatori, i dolori articolari, la calcificazione dei vasi sanguigni, la ridotta resistenza delle ossa o la degenerazione cerebrale (4 - 5 - 6 - 7).

Vitamina K2, per ossa più forti

La vitamina K2 agisce quindi come un distributore dei depositi di calcio. Invece di essere depositato nelle arterie, grazie alla vitamina K2 il calcio andrà a rafforzare le ossa (25). Al contrario, un basso apporto di vitamina K2 negli anziani accelera l'insorgenza dell'osteoporosi.

Vitamina K2 e longevità

Uno studio condotto su 5 anni con più di 7000 persone mostra anche che più alta è l'assunzione di vitamina K2, più basso è il rischio di cancro e di mortalità (26). Oltre alle malattie cardiovascolari e ossee, un'elevata assunzione di vitamina K2 è associata a un minor rischio di malattie metaboliche (27).

Composizione nutrizionale della vitamina K2-MK7 Nutrimuscle

Composizione nutrizionale per 100 g:

  • Proteine 0 g 
  • Grassi 0 g 
  • Carboidrati 0 g 
  • Calorie 0 kcal

Ingredienti

Vitamina K2-MK7 in capsule: 

  • Inulina Frutafit® HD;
  • Vitamina K2-MK7 (menachinone 7);
  • Capsule vegetali (Pullulano)

Le capsule vegetali Nutrimuscle

  • 100% cellulosa vegetale (HPMC)

  • Senza gelatina

  • Senza OGM

  • Senza conservanti

  • Senza allergeni

  • Senza glutine

  • Senza zucchero 

  • Senza amido

Quanta vitamina K2 nella versione MK-7?

Sebbene siano sempre state presenti e la loro importanza per la salute sia sempre esistita, i medici non sono ancora in grado di fissare una soglia ufficiale di assunzione minima di K1 e K2 come fanno per le altre vitamine.

Gli studi, sia a breve che a lungo termine, non rilevano effetti collaterali all'assunzione di vitamina K2, anche a dosi elevate (35 - 36 - 37 - 38).

Ci sembra prudente, per gli sportivi che non ricevono alcun trattamento medicato a base di anticoagulanti, utilizzare regolarmente un cocktail di vitamine K comprendente sia vitamina K1 che soprattutto K2.

La necessità di un'integrazione in vitamine K è ancora più grande negli sportivi di resistenza soggetti alla demineralizzazione (nuotatori, ciclisti, maratoneti...).

Composizione

Composizione nutrizionale della vitamina K2-MK7 Nutrimuscle

1 capsuleRDA*
Vitamine K2-MK7100 mcg133%
  • 1 capsula contiene 100 mcg (o µg) di vitamina K2-MK7 
  • RDA* : Dose giornaliera raccomandata


Suggerimenti per l'uso

Per chi è indicato assumere la vitamina K2-MK7 Nutrimuscle?

La vitamina K2-MK7 Nutrimuscle è ideale per:

  • Gli sportivi, il cui fabbisogno di vitamina K2 è maggiore rispetto alle persone sedentarie;
  • Le persone sedentarie, come supplemento alla dieta, per la sua azione sulla longevità e la protezione della massa ossea.

Dosaggio

Assumere 1 capsula di vitamina K2-MK7 Nutrimuscle al giorno.

Quando assumere la vitamina K2-MK7 Nutrimuscle?

Preferire un'assunzione mattutina durante la colazione.

Come assumere la vitamina K2-MK7 Nutrimuscle?

Poiché le vitamine agiscono nel lungo termine, è preferibile effettuare delle
cure lunghe, che combacino con i periodi
di allenamento intenso.

Cure brevi di qualche settimana non sono consigliate.

Interazioni con altri prodotti Nutrimuscle

Sinergie tra gli integratori

Per la forza delle ossa, la vitamina K2 agisce in sinergia con il Collagene Peptide Peptan tipo 1 (peptidi di collagene) e anche di tipo IIm,più specifico sull'azione della cartilagine, dato che il collagene è uno dei principali costituenti delle ossa.

Allo stesso modo, la vitamina D migliora significativamente gli effetti della vitamina K2 sulla forza delle ossa (39).

La vitamina K2 deve essere assunta con il multivitaminico, che contiene la vitamina K1. La K2 quindi non si sovrappone all'uso del multivitaminico, rafforzandone gli effetti.

Antagonismi tra gli integratori

I farmaci anticolesterolo e gli antibiotici riducono l'assorbimento della vitamina K2. Questi farmaci aumentano quindi il bisogno di vitamina K2.

Saperne di più

Tutto sulle proprietà uniche della vitamina K2

Le vitamine K sono vitamine liposolubili (che si diluiscono nel grasso). Si è pensato a lungo che l'unica funzione della vitamina K fosse quella di agire, attraverso il fegato, come anticoagulante del sangue. Ma l'azione epatica della vitamina K è solo una frazione dei suoi molteplice benefici per la nostra salute. 

Capire le diverse vitamine K

Le vitamine del gruppo K sono molto poco conosciute, poiché solo recentemente la ricerca scientifica ha scoperto i ruoli extra-epatici essenziali per la salute. Esistono due tipi principali di vitamina K, la vitamina K1 e la vitamina K2.

Nonostante la maggiore importanza per la salute della K2, rispetto alla K1, ci sono pochissimi alimenti che forniscono la vitamina K2. Questa si trova infatti negli alimenti di origine animale (carne, tuorlo d'uovo, formaggi stagionati, ecc.) e nei prodotti fermentati, anche se in quantità molto piccole (1). Un'altra piccola parte è prodotta a livello intestinale. 

La carenza di vitamina K nella popolazione è difficile da valutare, ma potrebbe interessare circa il 30% (nel migliore dei casi) o addirittura il 70% delle persone (nel peggiore dei casi) (2). 

I bambini e gli adulti sopra i 40 anni di età mostrano la maggiore carenza di vitamina K. A causa di queste maggiori esigenze, sono i più sensibili all'integrazione di vitamina K2 (3).

Allo stesso modo, le persone che non mangiano cibi di origine animale, così come quelle con problemi intestinali come la celiachia, hanno esigenze superiori alla media.

Come combattere la calcificazione?

La vitamina K2 agisce principalmente come protettore vascolare, promuovendo il deposito di calcio nelle ossa (dove è utile) a scapito del deposito vascolare (dove è dannoso). Una carenza di vitamina K produce l'effetto opposto, facilitando i depositi vascolari a scapito del deposito osseo, il che è doppiamente negativo per la salute, soprattutto per gli sportivi.

Se il calcio si deposita e ostruisce le nostre arterie, non è a causa di qualche sfortuna o perché ingeriamo troppo calcio. I depositi di calcio sono fenomeni altamente regolati. Il principale regolatore è una proteina chiamata matrix-gla-protein (MGP), che è prodotta all'interno delle cellule delle pareti vascolari e che inibisce la calcificazione.

L'attività anti-deposito di questa proteina dipende dal nostro apporto di vitamina K e soprattutto di vitamina K2. Più vitamina K2 c'è nella dieta, più potente è l'attività di deposito anti-PGM. Al contrario, quando manca la vitamina K2, la PGM non è molto attiva e quindi non è abbastanza presente per combattere i depositi di calcio vascolari.

Effetti della vitamina K2 contro i problemi cardiovascolari?

L'assunzione di vitamina K2 riduce la calcificazione e quindi molte malattie cardiovascolari. È in gran parte a causa di questo meccanismo d'azione che la vitamina K2 riduce la mortalità (8).

Uno studio realizzato in 168 paesi tra uomini e donne di 15-64 anni mostra che assumere un basso apporto di vitamina K2 (meno di 5 µg per 2000 calorie al giorno) ha raddoppiato il rischio di morte per malattia cardiovascolare rispetto a coloro che avevano assunto 5 volte più vitamina K2 (9).

Al contrario, un elevato apporto di vitamina K2 porta a un rischio ridotto di malattia arteriosa periferica (10 - 11 - 12 - 13).

Correlazione tra calcoli renali e calcificazione arteriosa?

Studi medici statistici mostrano che le persone con calcoli renali hanno un rischio superiore alla media di calcificazione arteriosa (14). 

La vitamina K (vitamina K1 così come la vitamina K2) può aiutarli a combattere sia questi calcoli che la calcificazione (15 - 16).

Sport e vitamina K2, quali sinergie per quale problematica?

Lo sport fa bene alla salute, soprattutto al cuore?

Una credenza popolare afferma che lo sport fa bene alla salute! Se è vero che la ripetizione di sforzi fisici moderati favorisce la salute cardiovascolare, non appena si spinge la macchina, e questo, qualunque sia lo sport, gli effetti sul cuore non saranno più di un solo ordine: ci saranno buoni, ma anche cattivi (17).  

Così, calcificazioni molto più importanti sono rinvenute nei maratoneti di buon livello che nei sedentari della stessa età (18).  

Un follow-up di 25 anni di persone che praticano sport di resistenza mostra che gli sportivi più assidui sono anche quelli con le arterie più ostruite dal calcio (19).  

Questi risultati, che potrebbero sembrare paradossali, sono stati confermati da diversi altri studi (20 - 21).

Muscolatura, rigidità arteriosa e calcificazione

A differenza del lavoro di resistenza moderata che tende a ridurre la rigidità arteriosa, il bodybuilding e più in generale il lavoro di forza tendono ad aumentare la rigidità arteriosa a lungo termine. Questo è normale, perché più ci si allena pesante più aumenta la tensione improvvisa (22 - 23).  

Per evitare che le «sovratensioni» provochino sanguinamenti, le pareti arteriose si rafforzano invece di rimanere sottili e fragili. In cambio di questa solidificazione, perdono la loro flessibilità. Questa reazione a lungo termine non è necessariamente patologica, poiché si tratta di una risposta fisiologica normale. Se, invece, a questa sovrarigidità si aggiunge calcificazione, il cocktail rischia di diventare esplosivo e può facilmente portare a problemi cardiaci (24).  

In questo contesto, dal bodybuilding o addirittura dal lavoro di resistenza intensa, l'integrazione continua in vitamina K2 assume tutto il suo senso.


Ruolo della mancanza di vitamina K2 nell'aumento del rischio di diabete?

La vitamina K2 determina l'effetto dell'insulina, soprattutto a livello muscolare, per il mantenimento di una glicemia normale a breve e a lungo termine (28).

Ciò spiega perché le persone diabetiche hanno livelli di vitamina K2 inferiori agli altri. Oltre alla cattiva alimentazione, gli studi rivelano che le loro capacità intestinali di sintetizzare la vitamina K2 sono anormalmente deboli (29).

Questo doppio fenomeno spiega perché la ricerca mostra che la vitamina K2 ha molti benefici nei diabetici (30 - 31).

Informazioni sulla vitamina K2-MK7 Nutrimuscle

Abbiamo scelto la vitamina K2-MK7 del produttore Nattopharma per la sua forma di eccellente qualità brevettata Menaq7 Natural.

Riferimenti scientifici

  • (1) Simes DC. Vitamin K as a Diet Supplement with Impact in Human Health: Current Evidence in Age-Related Diseases. Nutrients 2020, 12(1), 138 
  • (2) Riphagen IJ. Prevalence and Effects of Functional Vitamin K Insufficiency: The PREVEND Study. Nutrients. 2017 Dec 8;9(12):1334. 
  • (3) Theuwissen E. Vitamin K Status in Healthy Volunteers. Food Funct. 2014 Feb;5(2):229-34.
  • (4) Schwalfenberg GK. Vitamins K1 and K2: The Emerging Group of Vitamins Required for Human Health. J Nutr Metab. 2017;2017:6254836. 
  • (5) Shea MK. The association between vitamin K status and knee osteoarthritis features in older adults: The Health, Aging and Body Composition Study. Osteoarthr. Cartil. 2016, 23, 370–378 
  • (6) Zhang S. Vitamin K status and cardiovascular events or mortality: A meta-analysis. Eur. J. Prev. Cardiol. 2019, 26, 549–553. 
  • (7) Alisi L. The Relationships Between Vitamin K and Cognition: A Review of Current Evidence Front. Neurol., 19 March 2019
  • (8) Roumeliotis S. Association of the Inactive Circulating Matrix Gla Protein with Vitamin K Intake, Calcification, Mortality, and Cardiovascular Disease: A Review. Int J Mol Sci. 2019 Feb; 20(3): 628. 
  • (9) Cundiff DK. Cardiovascular Disease Death Before Age 65 in 168 Countries Correlated Statistically With Biometrics, Socioeconomic Status, Tobacco, Gender, Exercise, Macronutrients, and Vitamin K. Cureus . 2016 Aug 24;8(8):e748. 
  • (10)Vissers LET. The Relationship Between Vitamin K and Peripheral Arterial Disease. Atherosclerosis. 2016 Sep;252:15-20. 
  • (11) Beulens JW. High dietary menaquinone intake is associated with reduced coronary calcification. Atherosclerosis. 2009;203:489–493. 
  • (12) Gast GC. A high menaquinone intake reduces the incidence of coronary heart disease. Nutr. Metab. Cardiovasc. Dis. 2009;19:504–510. 
  • (13) Geleijnse JM. Dietary intake of menaquinone is associated with a reduced risk of coronary heart disease: The Rotterdam Study. J. Nutr. 2004;134:3100–3105. 
  • (14) Hsi RS. Coronary Artery Calcium Score and Association With Recurrent Nephrolithiasis: The Multi-Ethnic Study of Atherosclerosis. J Urol. 2016 Apr;195(4 Pt 1):971-6.
  • (15) Li Y. Vitamin K1 Inhibition of Renal Crystal Formation Through Matrix Gla Protein in the Kidney. Kidney Blood Press Res. 2019;44(6):1392-1403. 
  • (16) Wei FF. The Risk of Nephrolithiasis Is Causally Related to Inactive Matrix Gla Protein, a Marker of Vitamin K Status: A Mendelian Randomization Study in a Flemish Population. Nephrol Dial Transplant. 2018 Mar 1;33(3):514-522.
  • (17) Aengevaeren VL. Fitness and Coronary Artery Calcification. JAMA Intern Med. 2016;176(5):716. 
  • (18) Möhlenkamp S. Marathon Study Investigators; Heinz Nixdorf Recall Study Investigators. Running: the risk of coronary events: prevalence and prognostic relevance of coronary atherosclerosis in marathon runners. Eur Heart J. 2008;29(15):1903–1910.
  • (19) Schwartz JG. Does long-term endurance running enhance or inhibit coronary artery plaque formation? A prospective multidetector CTA study or men completing marathons for at least 25 consecutive years. J Am Coll Cardiol. 2010;55(10A) 
  • (19) Laddu DR. 25-year physical activity trajectories and development of subclinical coronary artery disease as measured by coronary artery calcium: the Coronary Artery Risk Development in Young Adults (CARDIA) Study. Mayo Clin Proc. 2017;92(11):1660–1670.
  • (20) Kermott CA. Cardiorespiratory Fitness and Coronary Artery Calcification in a Primary Prevention Population. Mayo Clin Proc Innov Qual Outcomes. 2019 Jun; 3(2): 122–130. 
  • (21) Armstrong MEG. Frequent Physical Activity May Not Reduce Vascular Disease Risk as Much as Moderate Activity: Large Prospective Study of Women in the United Kingdom. Circulation. 2015 Feb 24;131(8):721-9. 
  • (22) Kingsley JD. Arterial stiffness and autonomic modulation after free-weight Resistenza exercises in Resistenza trained individuals. Journal of Strength and Conditioning Research 2016 30, 3373–3380. 
  • (23) Kingsley JD. Free-weight Resistenza Exercise on Pulse Wave Reflection and Arterial Stiffness Between Sexes in Young, Resistenza-Trained Adults. Eur J Sport Sci . 2017 Sep;17(8):1056-1064. 
  • (24) García-Mateo P. Effects of Resistenza Training on Arterial Stiffness in Healthy People: A Systematic Review. Journal of Sports Science and Medicine (2020) 19, 444 – 451
  • (25) Sato T. MK-7 and Its Effects on Bone Quality and Strength. Nutrients. 2020 Mar 31;12(4):E965. 
  • (26) Juanola-Falgarona M. Dietary Intake of Vitamin K Is Inversely Associated With Mortality Risk J Nutr. 2014 May;144(5):743-50.
  • (27) Dam V. Association Between Vitamin K and the Metabolic Syndrome: A 10-Year Follow-Up Study in Adults. J Clin Endocrinol Metab. 2015 Jun;100(6):2472-9.
  • (28) Xiangni S. Vitamin K2 Alleviates Insulin Resistenza in Skeletal Muscle by Improving Mitochondrial Function via SIRT1 Signaling. Antioxid Redox Signal. 2020 Apr 7.
  • (29) Dash NR. Metagenomic Analysis of the Gut Microbiome Reveals Enrichment of Menaquinones (Vitamin K2) Pathway in Diabetes Mellitus. Diabetes Metab J. 2020 May 11. 
  • (30) Cao AL. [Research Progress of Relationship Between Vitamin K and Type 2 Diabetes]. Zhonghua Yu Fang Yi Xue Za Zhi. 2020 May 6;54(5):555-562. 
  • (31) Li Y. Effect of vitamin K2 on type 2 diabetes mellitus: A review. Diabetes Res Clin Pract. 2018 Feb;136:39-51.
  • (32) Shurgers LJ. Determination of Phylloquinone and Menaquinones in Food. Effect of Food Matrix on Circulating Vitamin K Concentrations. Haemostasis 2000, 30, 298–307. 
  • (33) Schurgers LJ. Vitamin K- containing dietary supplements: Comparison of synthetic vitamin K1 and natto-derived menaquinone-7. Blood 2007, 109, 3279–3283. 
  • (34) Schurgers LJ. Differential lipoprotein transport pathways of K-vitamins in healthy subjects. Biochim. Biophys. Acta 2002, 1570, 27–32. 
  • (35) Marles RJ. US Pharmacopeial Convention safety evaluation of menaquinone-7, a form of vitamin K. Nutr. Rev. 2017, 75, 553–578. 
  • (36) Theuwissen E. Low-dose menaquinone-7 supplementation improved extra-hepatic vitamin K status, but had no effect on thrombin generation in healthy subjects. Br. J. Nutr. 2012, 108, 1652–1657. 
  • (37) Knapen MH. Three-year low-dose menaquinone-7 supplementation helps decrease bone loss in healthy postmenopausal women. Osteoporos Int. 2013, 24, 2499–2507.
  • (38) Knapen MHJ. Menaquinone-7 supplementation improves arterial stiffness in healthy postmenopausal women. A double-blind randomised clinical trial. Thromb. Haemost. 2015, 113, 1135–1144.
  • (39) Kuang X. The Combination Effect of Vitamin K and Vitamin D on Human Bone Quality: A Meta-Analysis of Randomized Controlled Trials. Food Funct. 2020 Apr 30;11(4):3280-3297.
Trasparenza e tracciabilità
Prodotti omaggio a partire da 50€ d'acquisto
Materie prime
pure al 100%
Spedizione gratuita
in Italia